Dote Famiglia, il bonus da 560 euro: domande aperte dal 1° aprile e limite ISEE elevato

A cominciare dal 1° aprile sono aperte le domande per Dote Famiglia, un bonus da 560 euro: attenzione al limite ISEE.

Non è un mistero per nessuno: l’Italia sta affrontando uno degli inverni demografici più rigidi della sua storia, con la natalità ai suoi minimi storici e che ogni anno costringe gli esperti di statistica a aggiornare i record negativi delle nascite.

Come ottenere Dote famiglia, bonus da 560 euro per i figli
Buone notizie per le famiglie: arriva Dote Famiglia, il bonus da 560 euro per i figli – icicero.it

Sarebbe banale – e fondamentalmente non corrispondente alla realtà delle cose – dire che le ragioni profonde all’origine della denatalità sono principalmente di natura economica. Premesso questo, è vero che mettere al mondo e far crescere un figlio nel nostro Paese ha costi non indifferenti. Stando ai dati forniti dalla Banca d’Italia, ogni mese le famiglie italiane spendono in media 645 euro per un figlio, dalla nascita fino ai 18 anni.

In sostanza stiamo parlando di un importo equivalente all’incirca a un quarto del reddito medio delle famiglie di casa nostra. Un po’ come una rata supplementare del mutuo. Tornano dunque preziosi aiuti come Dote Famiglia, il bonus da 560 euro che si può chiedere proprio a cominciare dal mese di aprile. Vediamo come funziona questa agevolazione.

Dote Famiglia, come funziona il bonus da 560 euro per i figli

Dote Famiglia è la misura regionale di sostegno alla natalità riconosciuta, sotto forma di contributo, alle famiglie con figli minori fino a 18 anni (naturalmente non compiuti), dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Il contributo andrà a rimborsare le spese per prestazioni e servizi di carattere educativo, ludico e ricreativo per conciliare le tempistiche familiari e quelle lavorative.

Come ottenere Dote Famiglia, il bonus per i figli minori
Dote Famiglia: come funziona il bonus per i figli under 18 della Regione Friuli Venezia Giulia – icicero.it

Per richiedere Dote Famiglia occorre essere in possesso della Carta famiglia – che deve essere attiva – e rispettare altri requisiti come un ISEE minorenni in corso di validità con valore inferiore o uguale a euro 35 mila euro e avere almeno un figlio minore in carico al nucleo familiare.

Il rimborso è pari a 560 euro per ciascun figlio minore per il titolare di Carta famiglia che risiede in Friuli Venezia Giulia da almeno 5 anni. Se invece la residenza risale a meno di 5 fa anni il bonus si riduce a 280 euro per ciascun figlio minore. Quando nel nucleo familiare è presente una persona disabile, Dote Famiglia dà diritto a 100 euro.

La domanda per Dote Famiglia è gestita dal Comune di residenza e si può presentare una solta volta all’anno dal 1° aprile fino al 31 dicembre 2024. Nella domanda devono essere elencate tutte le spese sostenute per i figli minori a carico, accompagnate dalla documentazione giustificativa e dai pagamenti effettuati tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2024. 

Impostazioni privacy