Bonus Papà da 3350 euro annui, è boom di richieste: il grande regalo del Governo

Le famiglie possono contare su diversi aiuti dedicati ai papà, la figura genitoriale solitamente di secondo piano.

Il supporto alle famiglie deve passare da entrambi i genitori. Vanno aiutate le mamme che hanno il maggiore impegno nella cura dei figli e della casa ma anche i papà che si occupano sempre più attivamente dei bambini/ragazzi soprattutto in caso di separazione o divorzio.

Bonus per i papà da 3.350 euro
Soldi in arrivo per i papà – icicero.it

Mantenere una famiglia significa dedicare gran parte dello stipendio ai bisogni di prima necessità di ogni componente e sperare che rimanga qualcosa per lo svago, gli hobby e il divertimento. In questo periodo non è semplice per tanti papà e mamme riuscire a gestire le spese senza l’aiuto dello Stato specialmente se si sta affrontando una separazione. Le questioni da affrontare sono numerose, dalla casa alla custodia dei bambini fino al mantenimento dei figli e/o dell’ex coniuge.

Il papà che rimane solo ma con i figli a carico non sempre ha l’appoggio normativo di cui avrebbe bisogno sia dal punto di vista economico che di cura dei figli. Consapevoli delle differenze esistenti, si sta cercando di equiparare le due figure genitoriali riconoscendo il ruolo importante dei papà. Nel frattempo ci sono numerosi Bonus che possono sostenere economicamente padri e figli.

I bonus attivi per i papà con importo totale di 3.350 euro

Una prima misura è l’Assegno Unico, la prestazione dedicata alle famiglie con figli divisa al 50% tra mamma e papà. Un genitore può richiedere la misura senza dover necessariamente ottenere il consenso dell’altro genitore. L’importo mensile corrisponderà a circa 200 euro per ogni figlio a carico con ISEE entro i 17.090,61 euro. In totale si otterranno 1.200 euro in un anno. L’importo sarà minore più sarà alto l’ISEE.

Bonus papà, chi può richiederli
Gli aiuti del Governo ai papà – icicero.it

I papà ottengono anche la metà delle detrazioni per figli a carico a meno che ci sia un accordo che ne determina l’erogazione ad un solo genitore. L’agevolazione si ottiene fino ai 21 anni del figlio per un massimo di 950 euro all’anno. Assegno Unico e detrazioni sono cumulabili con la possibilità per i genitori di ottenere il 100% di entrambi i benefici.

In questo modo l’importo totale percepito grazie ai Bonus sarà di 3.350 euro. Non dimentichiamo, poi, gli aiuti generali per i papà lavoratori. Parliamo del taglio del cuneo fiscale prorogato nel 2024 o dell’aumento della soglia dei fringe benefit fino a 2 mila euro per i dipendenti con figli a carico. Tutti aiuti che sommati permettono al genitore di aumentare le entrate mensili per prendersi cura dei figli.

Impostazioni privacy