Chiudi

Terracina

Seguici su Facebook

Apri
Apri
Home - Terracina : dintorni - san felice circeo
san felice circeo
iCicero la guida turistica di Terracina
iCicero: Terracina - san felice circeo San Felice Circeo  ha origini antichissime. In numerose grotte del monte Circeo, infatti, è stato rinvenuto prezioso materiale paletnologico: in particolare un cranio di uomo neanderthaliano. Ma è stato anche rinvenuto materiale archeologico del Paleolitico medio, del Paleolitico superiore e del Mesolitico.
San Felice è stata città volsca, conquistata dai Romani nel 393 a.C.,devastata dai Goti nel 410 d. C. e dai Saraceni nell'846, ricostruita e fortificata dai papi che la affidarono a Terracina. Il paese divenne poi feudo dei Frangipane nel 1185 e, dopo un periodo di sconvolgimenti, passò agli Annibaldi nel 1203. Diventò proprietà dell'Ordine dei Templari nel 1250 che, pochi anni dopo, scambiarono il possedimento del paese con altri beni. Nel 1301 fu acquistato dai Caetani che, tranne brevi intervalli, lo terranno fino al 1713. In quell'anno il centro fu venduto ai Ruspoli ; successivamente tornò alla Camera Apostolica.

iCicero: Terracina - san felice circeo Il piccolo centro della Pianura Pontina  sorge su un'altura del versante orientale del Promontorio del Circeo che, protendendosi nel Tirreno, chiude il Golfo di Gaeta. Il nome deriva dall’antico Circeii, forse riferito alla mitica Maga Circe, o alla forma rotonda dell’altura su cui sorge l'abitato.
Da non perdere la Mostra permanente Homo sapiens et Habitat, una raccolta di reperti fossili di fauna e di uomini neaderthaliani che dimorarono nelle grotte del Circeo. Per gli appassionati di immersioni, da seguire l’itinerario subacqueo che porta alla Statua del Cristo Re.