Chiudi

Terracina

Seguici su Facebook

Apri
Apri
Home - Terracina : miti e leggende - la fondazione della citt
la fondazione della citt
iCicero la guida turistica di Terracina
iCicero: Terracina - la fondazione della citt Secondo una tradizione riportata da Dionigi di Alicarnasso un gruppo di esuli Spartani, fuggiti dalla loro patria, approdarono sulle coste del Tirreno, dove fondarono un villaggio. Mantennero usanze e costumi originari, come l'uso di far cenare gli ospiti non su una tavola imbandita ma sulla terra nuda, da ciò il nome della città Terra - cena, trasformatosi nel tempo in Terracina. Ma la storia non ha alcun documento, tanto più che il nome Anxur è nome volsco, mentre la parola latina è coenatio che poco ha a che vedere con cena, e non sta scritto da nessuna parte che gli Spartani cenassero per terra.

iCicero: Terracina - la fondazione della citt "Aneu xuru" (o anxur), per altri significherebbe senza rasoio, che del rasoio non ha ancora bisogno, ovvero Giove fanciullo adorato nel famoso tempio terracinese.

In realtà Giove fanciullo nelle antiche iconografie è allattato dalla antica Dea Iuno (Giunone) che lo tiene sulle ginocchia come la Madonna tiene il Bambinello, assisa su un trono. E' il bambino, figlio della Grande Madre, che nasce in solstizio d'inverno, muore e risorge in primavera, infatti nel museo Barracco di Roma c'è un busto di Giove Anxur adulto con le corna dell'ariete, insomma è risorto.

iCicero: Terracina - la fondazione della citt Nel racconto di Omero invece Anxur è legato al Circeo, alla maga Circe ed a Ulisse, il che riporterebbe ai Troiani, ma forse già nel VI sec. a.c. Terracina, dapprima centro Ausonio, era legata a Roma, infatti venne menzionata nel primo trattato tra Roma e Cartagine, riportato da Polibio.

Alla fine dello stesso secolo fu però occupata dai Volsci, che le diedero il nome di Anxur, come riporta Plinio. Riconquistata dai Romani nel 406 a.c., fu trasformata nel 329 a.c. in colonia romana, con il nome di "Colonia Anxurna".

Secondo altri il nome sarebbe collegato al vocabolo etrusco Tarchna, dal quale deriva anche il nome dei re di Roma Tarquinio Prisco e Tarquinio il Superbo. Il che sembra più convincente come suono, anche se mancano le fonti.


fonte: www.romanoimpero.com