Chiudi

Terracina

Seguici su Facebook

Apri
Apri
Museo Civico Archeologico Pio Capponi
iCicero la guida turistica di Terracina
iCicero: Terracina - Museo Civico Archeologico Pio Capponi

Museo Civico Archeologico Pio Capponi

Piazza Municipio
04019 Terracina (LT)
Tel: 0773707313

Il Museo, fondato nel 1894 da Pio Capponi, a cui è dedicato, è ospitato nella medievale Torre dei Rosa. Sebbene depauperato nel corso dell’ultimo conflitto, esso conserva ancora numerosi reperti, in particolare di epoca romana, provenienti dalla città e dal suo territorio. Altri reperti sono visibili all’interno dell’atrio comunale.

La storia dell'Istituto
Il Museo civico "Pio Capponi" occupa il primo livello della Torre Frumentaria, edificio del XIII secolo prospettante l'area monumentale del Foro Emiliano, nel cuore del centro storico alto. L'Istituto fu fondato nel 1894 per dare organica sistemazione ai reperti provenienti dal territorio ed ai materiali che lo scavo condotto nel sito archeologico del santuario di Monte S. Angelo stava restituendo in quegli anni. Il nucleo originale della raccolta museale, ospitata nei locali al piano terreno dell'emiciclo di Piazza Garibaldi, già agli inizi del 1900 si arricchì grazie alle donazioni effettuate da eminenti famiglie locali e dallo stesso Pio Capponi, fondatore e direttore dell'Istituto, al quale si deve nel 1907 la redazione del primo inventario dei materiali. La collezione negli anni Trenta fu trasferita e riorganizzata in una nuova vicina sede, attualmente occupata dell'Istituto Professionale. Durante gli ultimi eventi bellici la raccolta subì perdite consistenti, fortunatamente compensate dai successivi incrementi, dovuti a rinvenimenti e recuperi effettuati sul territorio. Il più recente riordinamento, curato nel 1999, si pone in rapporto di continuità con gli interventi realizzati agli inizi degli anni Sessanta, periodo al quale risale il trasferimento della raccolta nel nuovo Palazzo comunale, ricostruito nella città alta.

La collezione

La collezione civica è costituita da materiali che documentano le diverse fasi della storia della città attestando la presenza umana nel territorio sin dal paleolitico superiore, periodo al quale sono riferiti resti di fauna fossile ed industria litica provenienti dal sito del "Riparo Salvini".
Il nucleo più consistente della raccolta, tipologicamente eterogeneo, è formato da reperti di epoca romana.

Il percorso espositivo

Nell'attuale allestimento i materiali sono organizzati secondo un criterio topografico che si propone di suggerire rimandi ai contesti di provenienza, sollecitando l'interesse del visitatore verso una più ampia conoscenza del territorio e delle fasi storiche della Terracina romana. L'esposizione non mostra l'intera raccolta museale, ma soltanto quei reperti considerati, per il particolare interesse documentario e per l'intrinseco pregio artistico, più esemplificativi del valore storico della collezione.
Lo spazio pertinente alla Torre Frumentaria è riservato ai materiali provenienti dalla città alta e dal Foro Emiliano. Le statue, i ritratti e gli altri reperti esposti hanno prevalente carattere onorario e commemorativo.

Biglietto d'ingresso: € 3,00
Gratuito per visitatori di età inferiore ai 18 anni e superiore ai 60.
Visite guidate su prenotazione

Orari di apertura

Da maggio a settembre
da martedì a sabato: 9.30-13.30/15.00-21.00
domenica: 10.00-13.00 17.00-21.00
lunedì: 9.30-13.30

Da ottobre ad aprile
da martedì a sabato: 9.00-13.00 / 15.00-19.00
domenica: 9.00-13.00 / 15.00-18.00
lunedì: 9.00-13.00


Indirizzo : Piazza Municipio - 04019 - Terracina (LT)

Tel: 0773707313

E-mail : beni.culturali@comune.terracina.lt.it